Valvola meccanica

La valvola meccanica è un organo di regolazione del passaggio di liquido e di gas attraverso condotte e orifizi.

Le valvole, opportunamente comandate, possono assumere generalmente infinite posizioni che determinano, dalla completa interdizione al libero flusso del fluido (posizioni estreme di “chiuso” e “aperto”), altrettanti stadi di parzializzazione del volume di fluido passante.

La valvola meccanica è inserita normalmente su di una tubazione mediante raccordi filettati, ed è essenzialmente costituita da un diaframma mobile che spostandosi chiude o apre (tutto o in parte) la luce della condotta; le valvole sono costruite in leghe metalliche o sostanze plastiche in relazione alle caratteristiche del fluido con cui entrano in contatto.

Il tipo più semplice di valvola meccanica è la “saracinesca”, con comando diretto a volantino o a leva.

VALVOLA MECCANICA A PIATTO A SEDE SEMPLICE

valvola a piatto a sede semplice

  1. luce di passaggio
  2. otturatore

VALVOLA A PIATTO A DOPPIA SEDE (o valvola equilibrata a piatto)

valvola a piatto a doppia sede

è costruita in modo che la forza dovuta alla pressione esercitata dal fluido su uno degli otturatori sia bilanciata e annullata dalla forza della pressione sull’altro otturatore

VALVOLA EQUILIBRATA A SOLLEVAMENTO ROTATORIO (o valvola a farfalla)

valvola a farfalla

VALVOLA A SCORRIMENTO ROTATORIO (o rubinetto a maschio cilindrico)

rubinetto a maschio cilindrico

In molte applicazioni la valvola meccanica non è azionata a mano, ma può essere telecomandata usando un elettromagnete (valvola meccanica o solenoide) o un motore elettrico (valvole motorizzate); in numerosi casi le valvole sono comandate automaticamente dalla pressione del fluido che, raggiunto un certo valore, vince la forza antagonista di un peso o di una molla e determina l’azionamento della valvola.

VALVOLA AUTOMATICA A MOLLA

valvola a piatto a molla

E’ costituita da una valvola a piatto mantenuta chiusa dalla forza esercitata da una molla; quando la forza dovuta alla pressione del fluido supera quella della molla, la valvola si apre e resta aperta finché la pressione non è tornata al valore normale.

  1. flangia di collegamento alla condotta
  2. otturatore
  3. stelo
  4. molla
  5. uscita del fluido

In altri casi, come nei motori a combustione interna (valvola meccanica di aspirazione e di scarico), le valvole sono comandate da organi meccanici (albero a camme di distribuzione), secondo un determinato ciclo.