Algeria: a Bellara si produrranno 4 milioni di tonnellate all’anno

Progetto d’importanza e d’interesse nazionale, il futuro complesso siderurgico della zona di Bellara, a circa 50 Km da Jijel, è considerato uno degli importanti polmoni economici dell’Algeria, il cui obiettivo strategico è quello di porre fine all’importazione dell’acciaio.

L’agenzia APS ricorda che i lavori di questo progetto, realizzati in collaborazione con l’Emirato del Qatar, hanno avuto inizio nel 2015 e che si prevede di rivoluzionare l’industria nazionale stessa, offrendo un mercato dell’acciaio “equilibrato, regolare e competitivo”.

L’avanzamento dei lavori di costruzione di questo complesso siderurgico, dice, ha raggiunto più del 60% e quelli del primo laminatoio, dei tre previsti, sono attualmente al 70%.

È previsto l’inizio dello sfruttamento nel 2017; il polo siderurgico di Bellara sarà dotato di due acciaierie e tre laminatoi, che occuperanno circa 1.500 posti di lavoro diretti e altri 10.000 indiretti.

Con un investimento di 170 miliardi di dinari, avrà, in una prima fase, una capacità produttiva di 2 milioni di tonnellate di acciaio l’anno, che dovrebbero arrivare a 4 milioni di tonnellate/anno nel 2019, che saranno utilizzate in vari settori.

Non lontano dal complesso siderurgico sta per essere costruita una mega-centrale elettrica con un investimento di 89 miliardi e una capacità di circa 1.398,29 MW, di cui un terzo della produzione è previsto per essere consumato dalle acciaierie.

L’attivazione di questa centrale, indica ancora APS, è prevista nel 2018, precisando che è in corso un approvvigionamento energetico di 440 KV, per consentire agli impianti siderurgici di effettuare i suoi primi test.

fonte: (APS) Algerie Press Service

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *